Nausea e vomito nel paziente oncologico

La nausea e il vomito sono gli effetti collaterali più frequenti delle terapie contro i tumori. Ecco come sono classificati e per quale ragione si manifestano.

GLI EFFETTI COLLATERALI DELLE TERAPIE ONCOLOGICHE

La nausea e il vomito sono gli effetti collaterali più diffusi della terapia oncologica. Possono essere sintomi molto fastidiosi per la qualità di vita del paziente, possono causare perdite di liquidi che causano disidratazione (con perdita di sostanze nutritive di cui l'organismo ha bisogno), astenia, difficoltà di concentrazione, lenta guarigione delle ferite.

Prima dell'inizio del trattamento la maggior parte dei pazienti sono preoccupati degli eventuali effetti collaterali, ma è bene tenere presente che non tutte le persone presentano gli stessi effetti collaterali, che alcune persone ne hanno pochi, altre nessuno. Circa il 50% delle persone trattate provano nausea e vomito. Tuttavia oggi, con le nuove e più efficaci medicine per controllare nausea e vomito ogni persona in terapia può ricevere un trattamento efficace per contrastare tali sintomi. Le informazioni contenute in questa Pillola riguardano solo la nausea e il vomito causati dalla chemioterapia o dalla radioterapia.

Queste informazioni, suggerite dalla pratica clinica, non sostituiscono l'esperienza e il giudizio clinico del medico, tendono piuttosto ad assistere ed aiutare il paziente nel dialogo con il medico. La situazione del singolo paziente deve essere sempre valutata individualmente ed è importante lo scambio di informazioni medico-paziente riguardante le opzioni del trattamento.
 

COSA SONO NAUSEA E VOMITO?

Sebbene comunemente la nausea e il vomito si manifestino contemporaneamente, sono condizioni distinte. La nausea è una sensazione spiacevole a livello della gola e dello stomaco che non sempre è seguita dal vomito. Possono verificarsi inoltre altri sintomi: aumento della salivazione, vertigini, lieve cefalea, difficoltà alla deglutizione (disfagia), variazioni della temperatura cutanea, e aumento della frequenza cardiaca (tachicardia).

Il vomito è spesso confuso con la nausea, ma è un sintomo ben distinto. Il vomito è una energica contrazione della muscolatura gastrica e addominale che provoca la fuoriuscita del contenuto dello stomaco attraverso la bocca. La nausea può o non può coesistere con il vomito.

Alcuni soggetti accusano conati di vomito: una contrazione del diaframma ritmica e di tipo spastico, a livello della cupola (diaframmatica) che separa i polmoni dallo stomaco. Il conato di vomito non è la stessa cosa della nausea e del vomito. Esso è un tentativo al vomito senza emissione di  contenuto gastrico.
 

CAUSE GENERALI

Sono numerose la ragioni per le quali i pazienti  oncologici possono avere nausea e vomito:
- chemioterapia;
Seta Scarpe Rotonda Moda Fine Banchetti Bianco Raso di Campo Scarpe Heeled 38 con Scarpe Duoai Scarpe Heeled High Matrimoni Partito con Donna High Testa Grande Scarpe
- radioterapia;
- la malattia stessa;
- altri fattori, come medicine, infezioni, altre malattie.

Per la nausea relativa ad altre cause, i pazienti dovrebbero parlarne con il loro dottore circa l'eziologia e i possibili trattamenti.
 

Come insorgono durante la chemioterapia?

Si ritiene che il vomito sia controllato dal centro del vomito (situato nel cervello, nella fossa cranica posteriore). Quando si somministra la chemioterapia, un messaggio è inviato al centro del vomito attraverso:
- la stimolazione da parte della sostanza chemioterapica sulla specifica area del cervello,
- la stimolazione del tratto gastro-intestinale (esofago, stomaco, intestino tenue e intestino crasso).Gli agenti chemioterapici stimolano i nervi dall'apparato digerente danneggiando le cellule  dell'intestino tenue. Questo causa il rilascio di serotonina, un messaggero chimico che invia al cervello uno stimolo al vomito.

I messaggeri della serotonina a livello dell'apparato digerente, chiamati anche recettori 5-HT3, sono ritenuti essere la principale causa di stimolazione alla risposta-vomito

È necessario capire come si manifesta il vomito cercando la causa della nausea e del vomito. Questa informazione è anche utile per decidere quale tipo di trattamento sarà il più efficace nel controllare nausea e vomito.  Le cause della nausea sono spesso di non facile comprensione.

Quali fattori provocano?

La nausea e il vomito in pazienti che ricevono la chemioterapia possono essere causati da:
- gli agenti chemioterapici specifici usati;
- il dosaggio dei farmaci: per es., alte dosi di chemioterapia sono con tutta probabilità la maggiore causa di nausea e vomito;
- il programma (quando e come il farmaco è somministrato): per es., se l'agente chemioterapico, ritenuto responsabile della nausea e del vomito è somministrato con brevi intervalli,  occorrerà meno tempo perché il paziente migliori dalla nausea e dal vomito prima che il successivo trattamento sia dato;
- la modalità di somministrazione: per es., se il chemioterapico è somministrato per infusione endovenosa può causare nausea e vomito prima di quanto accade con la somministrazione orale, perché il farmaco dato in vena è assorbito più rapidamente;
- differenze individuali: per es. non tutte le persone hanno la stessa reazione alla chemioterapia, alcuni pazienti soffrono nausea e vomito, altri no.
 

Come sono classificati?

Nausea e vomito sono classificati in acuti, ritardati, anticipati e refrattari in relazione alla somministrazione della chemioterapia.

- Nausea e vomito ad inizio acuto, generalmente insorgono dopo pochi minuti dalla somministrazione della chemioterapia e regrediscono nelle prime 24 ore. Il vomito sarà al suo momento peggiore in genere dopo 5-6 ore.

- Il vomito ad inizio ritardato insorge più di 24 ore dopo la somministrazione. Questo avviene comunemente con il cisplatino, il carboplatino, la ciclofosfamide e la doxorubicina. Per esempio, il cisplatino, in relazione al vomito, sarà al suo momento peggiore di solito da 48 a 72 ore seguenti la chemioterapia, e può durare da 6 a 7 giorni.

- Nausea e vomito Banchetti Scarpe Grande Bianco Donna Fine Duoai Scarpe Heeled High Campo Rotonda Seta Moda High Matrimoni con Raso Testa Scarpe Scarpe Partito con Heeled Scarpe di 38 anticipatisono influenzati da precedenti esperienze di vomito. L'anticipazione della nausea e del vomito è l'effetto di una sgradevole esperienza dovuta alla chemioterapia. Questo accade quando il paziente si sta preparando per le successive dosi di chemioterapia. Il paziente anticipa la nausea e il vomito perché pensa che insorgeranno come é accaduto in precedenza.

- Breakthrough vomiting insorge malgrado il trattamento per la prevenzione e richiede una terapia addizionale.

- Vomito refrattario  insorge dopo uno, pochi o molti trattamenti chemioterapici anche se la persona è in corso di trattamento per prevenire o controllare nausea e vomito. Il trattamento per la nausea e il vomito non è più efficace. Il paziente é diventato ‘refrattario' (non sensibile più a lungo) al trattamento per prevenire i due sintomi.
 

Seta Moda Scarpe Duoai Bianco Partito Matrimoni Donna High Heeled Raso High Scarpe con Banchetti Grande 38 Fine Campo con Scarpe Testa Rotonda Scarpe Heeled di Scarpe Come insorgono durante la radioterapia?

Che le terapie radianti (RT) siano o no causa di  nausea e vomito dipende in parte dall'organismo che è in trattamento, dalla quantità di radiazione data, e dalla frequenza delle radiazioni. Quando l'area del corpo irradiata include un'ampia parte dell'apparato digerente, in particolare dell'intestino tenue, la possibilità di nausea e vomito è maggiore. 

In circa il 50 % delle persone con cancro trattati con dosi standard di radiazioni sull'addome (da 180 a 200 centiGray) insorgeranno nausea e vomito. Questi sintomi possono manifestarsi 1 o 2 ore dopo il trattamento e possono permanere per parecchie ore. Nei pazienti trattati con radiazioni su tutto il corpo (total body), come nei trapianti di midollo osseo, se non si è provveduto ad eseguire una prevenzione, insorgeranno nausea e vomito in una percentuale dal 57% al 90%.
 
La combinazione di radioterapia e di chemioterapia aumenta la possibilità di nausea e vomito. I pazienti che ricevono una larga dose di radioterapia hanno un rischio maggiore di nausea e vomito rispetto a coloro che ricevono la radioterapia in dosi frazionate.

Il trattamento nel paziente oncologico

Molti progressi sono stati ottenuti nella prevenzione e nel controllo della nausea e del vomito. Il numero di medicine (definite anti-nausea o antiemetiche) per prevenire i due sintomi sono aumentate e ci sono più possibilità di scelte efficaci. Nessuna delle medicine controlla nausea e vomito al 100%, in parte perché gli agenti chemioterapici agiscono sul cervello attraverso vie differenti, e in parte perché la risposta al farmaco è differente nei vari individui.

Per scegliere il migliore piano di trattamento per il paziente, il medico dovrà:
Scarpe Scarpe Scarpe Rotonda Duoai Seta Fine con Testa Partito Scarpe con Campo di Matrimoni Scarpe Bianco Grande Banchetti High Donna 38 Moda Heeled Heeled High Raso
- selezionare i farmaci anti-nausea basandosi su come i chemioterapici agiscono sul centro del vomito;
- considerare come l'agente chemioterapico produca nausea e vomito in assenza di trattamento preventivo;
- esaminare le precedenti esperienze del paziente circa la nausea e il vomito e il precedente uso di medicine anti-nausea;
- monitorare attentamente come il paziente risponde al trattamento anti-nausea.

In generale, per attuare la migliore protezione contro la chemioterapia relativamente alla nausea e al vomito, il trattamento preventivo dovrebbe iniziare prima della somministrazione della chemioterapia e continuare per il tempo stimato di probabile insorgenza del vomito. I farmaci anti-nausea saranno di solito dati regolarmente secondo l'orario prescritto. Talvolta il paziente potrebbe essere invitato a prendere la medicina soltanto quando è prescritto dal programma. Da quando si è accertato che la nausea e il vomito sono il punto finale di differenti vie di stimolo, possono essere somministrate medicine che agiscono seguendo le corrispondenti diverse vie.
virt scarpe donna scarpe scarpe rotonda testa primavera Spesso comode la casual 4qFnUT  

Rotonda Scarpe Grande Bianco Matrimoni High Testa Duoai Heeled Moda Scarpe Raso Fine Campo Scarpe Scarpe Scarpe Banchetti 38 con High Heeled Partito Donna di Seta con QUALI SONO LE MEDICINE SPECIFICHE?

Oggi sono disponibili diversi Raso Partito 38 Scarpe Scarpe Scarpe Fine Testa con Scarpe Bianco Rotonda con Banchetti Campo Duoai High Moda Matrimoni Seta Grande Heeled High Heeled Donna di Scarpe farmaci anti-nausea,ma la loro efficacia può variare a seconda del paziente e del farmaco somministrato. Nel caso in cui il farmaco utilizzato non raggiunga l'effetto voluto, si potrà tentare con altri preparati fino a trovare quello più efficace. 

Medicine anti-nausea comunemente usate con nomi generici e di marche

Nome generico

Marca

Alprazolam

Xanax

Desametazone

Decadron

DifenHidramina

Benadryl

Dolasedron

Anzemet

Dronabinol

Marinol

Droperidol

Inapsine

Granisetron

Kytril

Haloperidol

Haldol

Lorazepam

Ativan

Metoclopramide

Raglan

Ondansetron

Zofran

Prochlorperazina

 

Compazine

 

Thiethylperazina

Torecan

 

Medicine anti-nausea e modalità di uso

- Dolasetron, granisetron, ondasetron: nuove medicine antinausea; ciascuna egualmente efficace; può essere data per bocca o in vena.

- Metoclopramide: una volta era usata sola, ora in associazione con altri farmaci.

- Haloperidolo e droperidolo: usati anche come tranquillanti; efficaci come medicine anti-nausea quando usati in combinazione con altre medicine.

- Dronabidol: usato quando altri farmaci anti-nausea non sono efficaci. Il tetraHydracannabinilo (THC) è il componente attivo. Gli adulti più giovani senza storia di malattie cardiache o psichiatriche trovano il maggior beneficio dal suo uso.

- Prochlorperazina e Thiethilperazina: il primo importante trattamento anti-nausea. Ora è usato quando i più nuovi agenti non funzionano. Ambedue hanno effetti tranquillanti e antinausea.Può essere usato solo o in combinazione con altri rimedi.

- Diphenhydramina: un antistaminico usato per alleviare gli effetti collaterali indotti da altri farmaci anti-nausea; usata in molte preparazioni (p: es. per bocca, per supposte,  per via venosa, a rilascio prolungato). Se usato solo non è efficace come rimedio antinausea.

- Dexamethasone: un corticosteroide usato in combinazione per il trattamento della nausea e del vomito. Somministrato per bocca e per via endovenosa.

- Lorazepam e Alprazolan: un ansiolitico, frequentemente usato con altri farmaci anti-nausea.

Come sono somministrati i farmaci anti-nausea?

La modalità di somministrazione di una medicina è determinata dalla condizione e dalla preferenza del malato. In genere per prevenire o controllare nausea e vomito si preferisce come tipo di somministrazione usare le pillole assunte per bocca anche se sono di maggior costo. Ci sono altre vie per somministrare i farmaci per coloro che hanno un vomito grave o per le persone che hanno difficoltà a deglutire.

- Molte medicine possono essere somministrate per via endovenosa;
- Aatre medicine sono iniettate nel muscolo, ma l'iniezione può essere dolorosa;
- un'altra opzione è rappresentata dalla via sottocutanea per infusione continua nel tessuto sottocutaneo. Questa modalità evita le iniezioni ripetute;
- Alcune medicine sono disponibili in supposte;
- Altre opzioni sono le "tavolette sublinguali" o gli "adesivi medicati" da applicare sulla pelle (somministrazione per assorbimento transdermico).

Quali altri trattamenti per la nausea e il vomito?

Sebbene le medicine anti- nausea rimangano il principale trattamento per la nausea e il vomito, ci sono molti rimedi non chimici-farmacologici che sono usati per la sindrome anticipatoria della nausea e del vomito. Questi trattamenti non medicinali implicano di usare il corpo e la mente sotto la supervisione di un terapista qualificato. Il paziente dovrebbe domandare ad un membro del team sanitario di essere indirizzato ad un terapista esperto in queste tecniche. Il trattamento "non-drug" può essere usato solo o in combinazione con medicine anti-nausea.

Tutte queste tecniche tentano di promuovere una distensione che può diminuire la nausea e il vomito; servono a distrarre l'attenzione dell'individuo, accrescono le sensazioni di controllo e riducono le sensazioni di impotenza contro i sintomi temuti. Essi non hanno effetti collaterali e possono essere usati facilmente da ciascuno.

Auto-ipnosi: è stata la prima tecnica comportamentale (tecnica che coinvolge i cambiamenti di comportamento) usata per controllare la nausea e il vomito. Essa tende a creare uno stato di intensa attenzione, di buona volontà (volontà di reagire) e prontezza di accettare un'idea. Questa tecnica ha successo nei bambini e negli adolescenti.

Progressivo rilasciamento muscolare: insegna alla persone a rilasciarsi dalla tensione progressiva e a "liberare", "lasciar andare" i differenti gruppi di muscoli. Il metodo è efficace nell'attenuare la nausea e il vomito provocato dalla chemioterapia. Pazienti che imparano il progressivo rilasciamento muscolare continuano a praticarlo dopo aver completato la chemioterapia come un generale metodo di rafforzamento. È anche usato per gli stati apprensivi, dolori, stati d'ira, cefalee e depressione.

Training autogeno (Biofeedback): aiuta le persone a raggiungere uno stato di rilasciamento. Usando la metodica la persona impara a controllare una specifica risposta fisica del corpo, come la nausea e il vomito. Questo avviene momento per momento con la ricezione di informazioni dei cambiamenti fisici che il corpo associa alle risposte fisiche. Per esempio, il Training autogeno può essere usato per prevenire le variazioni della temperatura cutanea e per prevenire i mutamenti che intervengono prima della nausea e del vomito. L'uso isolato del Training autogeno per la nausea e il vomito non è così efficace come l'uso in associazione con il "Progressivo rilasciamento muscolare".

Immagini guidate: permettono alle persone di rimuovere mentalmente se stessi dal luogo della chemioterapia e di ricollocarsi in un posto che è rilassante. Il posto può essere un luogo di vacanze, un posto particolare in casa, o un altro posto sicuro e piacevole, siti dove le persone possono mentalmente bloccare la nausea e il vomito.

Desensibilizzazione sistematica: aiuta la persone a imparare come immaginare una situazione  ansiogena (come la nausea e il vomito) e ridurre l'ansietà correlata alla situazione. Generalmente quello che una persona può immaginare senza ansietà, può sperimentarlo nel situazione reale senza ansietà.


a cura di: dott.ssa Angela Mastronuzzi
in collaborazione con:
Bambino Gesù Istituto per la Salute

 

No flickr argument found
/